Benvenuto nel #1 Forum italiano dedicato all'APE: condividiamo informazioni ed esperienze
>> Clicca qui per ISCRIVERTI e PARTECIPARE alla Community di APE Social<<
Questa è la community ufficiale di ApeSocial.it, il sito dedicato all'anticipo pensionistico INPS per chi ha compiuto almeno 63 anni di età ed ha almeno 30 anni di contributi versati.
Qui potrai convididere la tua esperienza (positiva o negativa), informarti sull'inoltro della domanda, calcolare la tua pensione anticipata e confrontarti con chi è nella tua stessa situazione. Solo facendo tesoro delle informazioni e delle esperienze raccontate da ognuno di noi, potremmo ottenere quello che ci spetta!
Visita anche la nostra pagina facebook ed i nostri siti Apesocial.it e Pensionati.net.
NOVITA': FORUM QUOTA 100

Proroga ape social

Discussioni sulle ultime notizie su Ape Sociale e aggiornamenti vari sulle pensioni.

Moderatori: silvestro53, onir201, oTTovonkraun, checo1753, Giorgio64, angelopuzzo52, Carlotto

Rispondi
Vincenzo85
MEMBRO COMMUNITY
MEMBRO COMMUNITY
Messaggi: 2
Iscritto il: 12/03/2018, 9:33

Proroga ape social

Messaggio da Vincenzo85 » 12/03/2018, 13:44

Salve a tutti scrivo per conto di mio padrone che e dell ottobre 56 a fine mese l azienda per cui lavora chiudera e fara domanda per naspi al patronato mi hanno detto che se l ape social sara prorogata potra far domanda. La mia domanda e: ci sono i requisiti per una possibile proroga ed in caso positivo potra sospendere la naspi per far domanda per l ape social dato che gli spettano due anni di disoccupazione? Grazie.
Avatar utente
onir201
MODERATORE
MODERATORE
Messaggi: 724
Iscritto il: 09/11/2017, 22:46
Località: sesto san giovanni Mi

Re: Proroga ape social

Messaggio da onir201 » 12/03/2018, 14:02

Vincenzo85 ha scritto:
12/03/2018, 13:44
Salve a tutti scrivo per conto di mio padrone che e dell ottobre 56 a fine mese l azienda per cui lavora chiudera e fara domanda per naspi al patronato mi hanno detto che se l ape social sara prorogata potra far domanda. La mia domanda e: ci sono i requisiti per una possibile proroga ed in caso positivo potra sospendere la naspi per far domanda per l ape social dato che gli spettano due anni di disoccupazione? Grazie.
CIAO VINCENZO

APE SOCIAL E STATA CONFERMATA SOLO PER IL 2018 ED APE VOLONTARIA FINO AL 2019.
ORA DOPO ELEZIONI CON NUOVO GOVERNO NON SAPPIAMO SE CONFERMERANNO O ABOLIRANNO APE SOCIAL.IN QUANTO COME SAPRAI LE FORZE POLITICHE CHE SONO USCITE VINCENTI PROPONGONO UNA PROFONDA MODIFICA SE NON UNA ABOLIZIONE DELLA RIFORMA FORNERO CON NUOVA RIFORMA PENSIONE.....QUINDI COME PUOI BEN VEDERE AL MOMENTO NULLA SI PUO PREVEDERE...NELL'INCERTEZZA IL TUO PADRONE E MEGLIO CHE SI TENGA STRETTA LA NASPI PER 2 ANNI NELL ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDE.
Vincenzo85
MEMBRO COMMUNITY
MEMBRO COMMUNITY
Messaggi: 2
Iscritto il: 12/03/2018, 9:33

Re: Proroga ape social

Messaggio da Vincenzo85 » 12/03/2018, 14:27

Grazie mille speriamo bene
Ottorarum
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 7
Iscritto il: 10/03/2018, 10:31

Re: Proroga ape social

Messaggio da Ottorarum » 12/03/2018, 15:43

Elenco pratiche presentate dal Cittadino:
VERIFICA DEL REQUISITO CONTRIBUTIVO PER APE SOCIALE
INVIATA
27/02/2018
2018772800083
VERIFICA DEL REQUISITO CONTRIBUTIVO PER APE SOCIALE
INVIATA
10/01/2018
2018768000098
VERIFICA DEL REQUISITO CONTRIBUTIVO PER APE SOCIALE
INVIATA
06/07/2017
2018751900048

ANTICIPO PENSIONISTICO PER APE SOCIALE
INVIATA
06/07/2017
2018751900056
ESTRATTO CONTO CERTIFICATIVO
INVIATA
27/10/2016
2018724000035
Record presenti: 5
Ciao a tutti, come vedete dall'elenco sunnotato,nel 2017, ho fatto le domande di verifica requisiti e anticipo pensionistico che sono state regolarmente rigettate dall'INPS in quanto il mio ultimo rapporto di lavoro era a tempo determinato.
Nel 2018,avendo il legislatotre ampliato la casistica dei fruitori di APE sociale ai lavoratori a tempo determinato, ho riproposto la sola domanda di verifica dei requisiti anche se il sito INPS non era stato ancora aggiornato.
Essendo, nel frattempo, uscita la circolare dell'INPS con le modifiche di legge ho reinviato la domanda di verifica, regolarmente compilata.
Ora, per cortesia, vorrei capire se posso rifare anche la domanda di anticipo pensionistico, APE sociale. Ciao e molte grazie
salvatore0454
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 213
Iscritto il: 29/10/2017, 17:04

Re: Proroga ape social

Messaggio da salvatore0454 » 12/03/2018, 19:57

Ottorarum
Fai subito domanda pensione, anticipo ape social, perché se vai oltre il 31 marzo perdi un mese di sussidio.
La legge dice il diritto all'ape parte dal primo giorno del mese successivo a quando hai inviato la domanda.
Perciò affrettati a farla entro questo mese.
Avatar utente
CesarinaBIS
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 265
Iscritto il: 21/12/2017, 10:32

Re: Proroga ape social

Messaggio da CesarinaBIS » 12/03/2018, 20:34

salvatore0454 ha scritto:
12/03/2018, 19:57
Ottorarum
Fai subito domanda pensione, anticipo ape social, perché se vai oltre il 31 marzo perdi un mese di sussidio.
La legge dice il diritto all'ape parte dal primo giorno del mese successivo a quando hai inviato la domanda.
Perciò affrettati a farla entro questo mese.
Mi scusi ma dove lo ha letto che l'APE parte dal primo giorno del mese successivo a quando si invia la domanda? L'APE parte dal mese successivo al perfezionamento dei requisiti. E vale ovviamente la domanda di certificazione del diritto. Se qualcuno presenta 2 domande di anticipo Ape vengono cancellate entrambe per duplicazione. Si possono presentare 2 domande di certificazione del diritto o anche più e in caso di accettazione di una le altre vengono rigettate. La domanda di accesso all'APE può essere anche presentata DOPO aver ricevuto SI AL DIRITTO quindi anche dopo il 31 marzo senza alcun problema infatti nella lettera che certifica il diritto compare la data di inizio della prestazione.
salvatore0454
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 213
Iscritto il: 29/10/2017, 17:04

Re: Proroga ape social

Messaggio da salvatore0454 » 13/03/2018, 8:25

CesarinaBIS ha scritto:
12/03/2018, 20:34
salvatore0454 ha scritto:
12/03/2018, 19:57
Ottorarum
Fai subito domanda pensione, anticipo ape social, perché se vai oltre il 31 marzo perdi un mese di sussidio.
La legge dice il diritto all'ape parte dal primo giorno del mese successivo a quando hai inviato la domanda.
Perciò affrettati a farla entro questo mese.
Mi scusi ma dove lo ha letto che l'APE parte dal primo giorno del mese successivo a quando si invia la domanda? L'APE parte dal mese successivo al perfezionamento dei requisiti. E vale ovviamente la domanda di certificazione del diritto. Se qualcuno presenta 2 domande di anticipo Ape vengono cancellate entrambe per duplicazione. Si possono presentare 2 domande di certificazione del diritto o anche più e in caso di accettazione di una le altre vengono rigettate. La domanda di accesso all'APE può essere anche presentata DOPO aver ricevuto SI AL DIRITTO quindi anche dopo il 31 marzo senza alcun problema infatti nella lettera che certifica il diritto compare la data di inizio della prestazione.

Cesarina
Quanto ho scritto è l'interpretazione di quello che ho letto sulla circolare INPS n. 100 del 2017 e che riporto qui di seguito; leggila e magari ne discutiamo dopo.
Ciò non vuol dire che non si possa inviare dopo il 31 marzo, soprattutto per chi magari deve completare i tre mesi dalla Naspi o quant'altro.
Però chi ha già raggiunto tutti i requisiti entro questo mese, secondo me e bene che abbia fatto entrambe le domande.

6. Domanda di accesso al beneficio. Decorrenza, importo e modalità di erogazione
del trattamento (art. 7 del decreto)
Come già chiarito al precedente par. 5, contestualmente alla presentazione della domanda di
riconoscimento delle condizioni di accesso all’APE sociale di cui all’art. 4 del decreto o nelle more
dell’istruttoria della stessa, il soggetto già in possesso di tutti i requisiti previsti, compresa la
cessazione dell’attività lavorativa, può presentare la domanda di accesso all’APE sociale di cui
all’art. 7 del decreto.
Nella predetta domanda l’interessato dovrà rendere delle dichiarazioni sostitutive di atto notorio
in cui conferma il permanere dei requisiti e delle condizioni per l’accesso al beneficio, se gli stessi
erano già presenti al momento della domanda di riconoscimento, oppure l’avvenuto
perfezionamento degli stessi qualora siano stati valutati in via prospettica.

In caso di esito positivo della domanda di riconoscimento delle condizioni (v. lett. a) par. 5.5
della presente circolare), l’indennità dell’APE sociale decorre dal primo giorno del mese
successivo alla presentazione della domanda di accesso al beneficio ove a tale data sussistano
tutti i requisiti e le condizioni previste dalla legge, compresa la cessazione dell’attività lavorativa
(articolo 7, comma 2, del decreto). Per la verifica della cessazione dell’attività lavorativa, il
soggetto non deve risultare occupato al momento della decorrenza dell’APE sociale
.

In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di
prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta
dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni
richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7,
comma 3, del decreto).

L'indennità è erogata mensilmente su dodici mensilità nell'anno ed è pari all'importo della rata
mensile della pensione calcolata sulla base della contribuzione esistente al momento della
domanda di accesso al beneficio nella gestione cui il soggetto è iscritto (art. 1, comma 181, della
legge di Bilancio 2017).
Nel caso di soggetto con contribuzione versata o accreditata a qualsiasi titolo presso più gestioni,
tra quelle interessate dall’APE sociale, il calcolo della rata mensile di pensione è effettuato pro
quota per ciascuna gestione in rapporto ai rispettivi periodi di iscrizione maturati, secondo le
regole di calcolo previste da ciascun ordinamento e sulla base delle rispettive retribuzioni di
riferimento (art. 3 del decreto).
La rata non può, in ogni caso, superare l'importo massimo mensile di 1.500 euro lordi e non è
soggetta a rivalutazione, né ad integrazione al trattamento minimo (art. 1, comma 181, della
legge di Bilancio 2017).
Durante il godimento dell’indennità non spetta contribuzione figurativa, né i relativi periodi di
fruizione sono utili per il diritto a pensione.
Il trattamento di APE sociale cessa in caso di decesso del titolare e non è reversibile ai superstiti.
Avatar utente
CesarinaBIS
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 265
Iscritto il: 21/12/2017, 10:32

Re: Proroga ape social

Messaggio da CesarinaBIS » 13/03/2018, 8:45

salvatore0454 ha scritto:
13/03/2018, 8:25
CesarinaBIS ha scritto:
12/03/2018, 20:34
salvatore0454 ha scritto:
12/03/2018, 19:57
Ottorarum
Fai subito domanda pensione, anticipo ape social, perché se vai oltre il 31 marzo perdi un mese di sussidio.
La legge dice il diritto all'ape parte dal primo giorno del mese successivo a quando hai inviato la domanda.
Perciò affrettati a farla entro questo mese.
Mi scusi ma dove lo ha letto che l'APE parte dal primo giorno del mese successivo a quando si invia la domanda? L'APE parte dal mese successivo al perfezionamento dei requisiti. E vale ovviamente la domanda di certificazione del diritto. Se qualcuno presenta 2 domande di anticipo Ape vengono cancellate entrambe per duplicazione. Si possono presentare 2 domande di certificazione del diritto o anche più e in caso di accettazione di una le altre vengono rigettate. La domanda di accesso all'APE può essere anche presentata DOPO aver ricevuto SI AL DIRITTO quindi anche dopo il 31 marzo senza alcun problema infatti nella lettera che certifica il diritto compare la data di inizio della prestazione.

Cesarina
Quanto ho scritto è l'interpretazione di quello che ho letto sulla circolare INPS n. 100 del 2017 e che riporto qui di seguito; leggila e magari ne discutiamo dopo.
Ciò non vuol dire che non si possa inviare dopo il 31 marzo, soprattutto per chi magari deve completare i tre mesi dalla Naspi o quant'altro.
Però chi ha già raggiunto tutti i requisiti entro questo mese, secondo me e bene che abbia fatto entrambe le domande.

6. Domanda di accesso al beneficio. Decorrenza, importo e modalità di erogazione
del trattamento (art. 7 del decreto)
Come già chiarito al precedente par. 5, contestualmente alla presentazione della domanda di
riconoscimento delle condizioni di accesso all’APE sociale di cui all’art. 4 del decreto o nelle more
dell’istruttoria della stessa, il soggetto già in possesso di tutti i requisiti previsti, compresa la
cessazione dell’attività lavorativa, può presentare la domanda di accesso all’APE sociale di cui
all’art. 7 del decreto.
Nella predetta domanda l’interessato dovrà rendere delle dichiarazioni sostitutive di atto notorio
in cui conferma il permanere dei requisiti e delle condizioni per l’accesso al beneficio, se gli stessi
erano già presenti al momento della domanda di riconoscimento, oppure l’avvenuto
perfezionamento degli stessi qualora siano stati valutati in via prospettica.

In caso di esito positivo della domanda di riconoscimento delle condizioni (v. lett. a) par. 5.5
della presente circolare), l’indennità dell’APE sociale decorre dal primo giorno del mese
successivo alla presentazione della domanda di accesso al beneficio ove a tale data sussistano
tutti i requisiti e le condizioni previste dalla legge, compresa la cessazione dell’attività lavorativa
(articolo 7, comma 2, del decreto). Per la verifica della cessazione dell’attività lavorativa, il
soggetto non deve risultare occupato al momento della decorrenza dell’APE sociale
.

In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di
prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta
dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni
richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7,
comma 3, del decreto).

L'indennità è erogata mensilmente su dodici mensilità nell'anno ed è pari all'importo della rata
mensile della pensione calcolata sulla base della contribuzione esistente al momento della
domanda di accesso al beneficio nella gestione cui il soggetto è iscritto (art. 1, comma 181, della
legge di Bilancio 2017).
Nel caso di soggetto con contribuzione versata o accreditata a qualsiasi titolo presso più gestioni,
tra quelle interessate dall’APE sociale, il calcolo della rata mensile di pensione è effettuato pro
quota per ciascuna gestione in rapporto ai rispettivi periodi di iscrizione maturati, secondo le
regole di calcolo previste da ciascun ordinamento e sulla base delle rispettive retribuzioni di
riferimento (art. 3 del decreto).
La rata non può, in ogni caso, superare l'importo massimo mensile di 1.500 euro lordi e non è
soggetta a rivalutazione, né ad integrazione al trattamento minimo (art. 1, comma 181, della
legge di Bilancio 2017).
Durante il godimento dell’indennità non spetta contribuzione figurativa, né i relativi periodi di
fruizione sono utili per il diritto a pensione.
Il trattamento di APE sociale cessa in caso di decesso del titolare e non è reversibile ai superstiti.
gentile salvatore0454
sarà sicuramente come dice lei, mi permetto di farle notare che come da lei riportato la circolare specifica che:

In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni
richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7, comma 3, del decreto).


essendo la domanda riferita al 2017 (a cui io facevo riferimento) vale pertanto la deroga.
Le confermo comunque che DUE domande di accesso all'APE vengono cancellate per DUPLICAZIONE in quanto non si possono presentare DUE domande per la richiesta della stessa pensione anzi mi permetto farle notare che in caso di ricorso amministrativo o giurisdizionale fino a completamento del processo NON si possono presentare domande per lo stesso oggetto.
Secondo il mio modesto parere lei ha dato una risposta corretta in GENERALE ma non riferita allo specifico caso esposto.
Ma ripeto sarà sicuramente come dice lei anche se le assicuro che ho letto molto bene la circolare, il decreto e la legge e non mi sento tranquilla a consigliare qualcosa che può avere rischi dannosi.
Saluti
salvatore0454
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 213
Iscritto il: 29/10/2017, 17:04

Re: Proroga ape social

Messaggio da salvatore0454 » 13/03/2018, 9:03

CesarinaBIS ha scritto:
13/03/2018, 8:45
salvatore0454 ha scritto:
13/03/2018, 8:25
CesarinaBIS ha scritto:
12/03/2018, 20:34


Mi scusi ma dove lo ha letto che l'APE parte dal primo giorno del mese successivo a quando si invia la domanda? L'APE parte dal mese successivo al perfezionamento dei requisiti. E vale ovviamente la domanda di certificazione del diritto. Se qualcuno presenta 2 domande di anticipo Ape vengono cancellate entrambe per duplicazione. Si possono presentare 2 domande di certificazione del diritto o anche più e in caso di accettazione di una le altre vengono rigettate. La domanda di accesso all'APE può essere anche presentata DOPO aver ricevuto SI AL DIRITTO quindi anche dopo il 31 marzo senza alcun problema infatti nella lettera che certifica il diritto compare la data di inizio della prestazione.

Cesarina
Quanto ho scritto è l'interpretazione di quello che ho letto sulla circolare INPS n. 100 del 2017 e che riporto qui di seguito; leggila e magari ne discutiamo dopo.
Ciò non vuol dire che non si possa inviare dopo il 31 marzo, soprattutto per chi magari deve completare i tre mesi dalla Naspi o quant'altro.
Però chi ha già raggiunto tutti i requisiti entro questo mese, secondo me e bene che abbia fatto entrambe le domande.

6. Domanda di accesso al beneficio. Decorrenza, importo e modalità di erogazione
del trattamento (art. 7 del decreto)
Come già chiarito al precedente par. 5, contestualmente alla presentazione della domanda di
riconoscimento delle condizioni di accesso all’APE sociale di cui all’art. 4 del decreto o nelle more
dell’istruttoria della stessa, il soggetto già in possesso di tutti i requisiti previsti, compresa la
cessazione dell’attività lavorativa, può presentare la domanda di accesso all’APE sociale di cui
all’art. 7 del decreto.
Nella predetta domanda l’interessato dovrà rendere delle dichiarazioni sostitutive di atto notorio
in cui conferma il permanere dei requisiti e delle condizioni per l’accesso al beneficio, se gli stessi
erano già presenti al momento della domanda di riconoscimento, oppure l’avvenuto
perfezionamento degli stessi qualora siano stati valutati in via prospettica.

In caso di esito positivo della domanda di riconoscimento delle condizioni (v. lett. a) par. 5.5
della presente circolare), l’indennità dell’APE sociale decorre dal primo giorno del mese
successivo alla presentazione della domanda di accesso al beneficio ove a tale data sussistano
tutti i requisiti e le condizioni previste dalla legge, compresa la cessazione dell’attività lavorativa
(articolo 7, comma 2, del decreto). Per la verifica della cessazione dell’attività lavorativa, il
soggetto non deve risultare occupato al momento della decorrenza dell’APE sociale
.

In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di
prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta
dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni
richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7,
comma 3, del decreto).

L'indennità è erogata mensilmente su dodici mensilità nell'anno ed è pari all'importo della rata
mensile della pensione calcolata sulla base della contribuzione esistente al momento della
domanda di accesso al beneficio nella gestione cui il soggetto è iscritto (art. 1, comma 181, della
legge di Bilancio 2017).
Nel caso di soggetto con contribuzione versata o accreditata a qualsiasi titolo presso più gestioni,
tra quelle interessate dall’APE sociale, il calcolo della rata mensile di pensione è effettuato pro
quota per ciascuna gestione in rapporto ai rispettivi periodi di iscrizione maturati, secondo le
regole di calcolo previste da ciascun ordinamento e sulla base delle rispettive retribuzioni di
riferimento (art. 3 del decreto).
La rata non può, in ogni caso, superare l'importo massimo mensile di 1.500 euro lordi e non è
soggetta a rivalutazione, né ad integrazione al trattamento minimo (art. 1, comma 181, della
legge di Bilancio 2017).
Durante il godimento dell’indennità non spetta contribuzione figurativa, né i relativi periodi di
fruizione sono utili per il diritto a pensione.
Il trattamento di APE sociale cessa in caso di decesso del titolare e non è reversibile ai superstiti.
gentile salvatore0454
sarà sicuramente come dice lei, mi permetto di farle notare che come da lei riportato la circolare specifica che:

In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni
richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7, comma 3, del decreto).


essendo la domanda riferita al 2017 (a cui io facevo riferimento) vale pertanto la deroga.
Le confermo comunque che DUE domande di accesso all'APE vengono cancellate per DUPLICAZIONE in quanto non si possono presentare DUE domande per la richiesta della stessa pensione anzi mi permetto farle notare che in caso di ricorso amministrativo o giurisdizionale fino a completamento del processo NON si possono presentare domande per lo stesso oggetto.
Secondo il mio modesto parere lei ha dato una risposta corretta in GENERALE ma non riferita allo specifico caso esposto.
Ma ripeto sarà sicuramente come dice lei anche se le assicuro che ho letto molto bene la circolare, il decreto e la legge e non mi sento tranquilla a consigliare qualcosa che può avere rischi dannosi.
Saluti
Cesarina
ovviamente stiamo parlando di due cose diverse:
la risposta che ho dato a Ottorarum è riferita alla domanda che lui ha inoltrato nel 2018 non per quelle del 2017 - se legge bene il post di Ottorarum, nel 2017 si è visto rigettate le domande poiché disoccupato a seguito di scadenza di contratto a termine.

Nel suo caso il discorso è diverso visto che per i richiedenti del 2017 vige la deroga.

Non ho capito perché non si possono presentare due domande per la pensione, da momento che la prima, nel 2017, è stata bocciata.

Personalmente, nel 2017, mi sono viste rigettata le 2 domande perchè disoccupato a seguito di scadenza di contratto a termine.
Quest'anno le ho ripresentate entrambe.
Sinceramente non ho letto da nessuna parte quanto da lei affermato.
Avatar utente
CesarinaBIS
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 265
Iscritto il: 21/12/2017, 10:32

Re: Proroga ape social

Messaggio da CesarinaBIS » 13/03/2018, 10:41

salvatore0454 ha scritto:
13/03/2018, 9:03
CesarinaBIS ha scritto:
13/03/2018, 8:45
salvatore0454 ha scritto:
13/03/2018, 8:25


gentile salvatore0454
sarà sicuramente come dice lei, mi permetto di farle notare che come da lei riportato la circolare specifica che:

In deroga a quanto sopra esposto in materia di decorrenza del beneficio, l’APE sociale, in fase di prima applicazione e per le sole domande presentate entro il 30 novembre 2017, è corrisposta dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni
richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017 (art. 7, comma 3, del decreto).


essendo la domanda riferita al 2017 (a cui io facevo riferimento) vale pertanto la deroga.
Le confermo comunque che DUE domande di accesso all'APE vengono cancellate per DUPLICAZIONE in quanto non si possono presentare DUE domande per la richiesta della stessa pensione anzi mi permetto farle notare che in caso di ricorso amministrativo o giurisdizionale fino a completamento del processo NON si possono presentare domande per lo stesso oggetto.
Secondo il mio modesto parere lei ha dato una risposta corretta in GENERALE ma non riferita allo specifico caso esposto.
Ma ripeto sarà sicuramente come dice lei anche se le assicuro che ho letto molto bene la circolare, il decreto e la legge e non mi sento tranquilla a consigliare qualcosa che può avere rischi dannosi.
Saluti
Cesarina
ovviamente stiamo parlando di due cose diverse:
la risposta che ho dato a Ottorarum è riferita alla domanda che lui ha inoltrato nel 2018 non per quelle del 2017 - se legge bene il post di Ottorarum, nel 2017 si è visto rigettate le domande poiché disoccupato a seguito di scadenza di contratto a termine.

Nel suo caso il discorso è diverso visto che per i richiedenti del 2017 vige la deroga.

Non ho capito perché non si possono presentare due domande per la pensione, da momento che la prima, nel 2017, è stata bocciata.

Personalmente, nel 2017, mi sono viste rigettata le 2 domande perchè disoccupato a seguito di scadenza di contratto a termine.
Quest'anno le ho ripresentate entrambe.
Sinceramente non ho letto da nessuna parte quanto da lei affermato.
Ha ragione parliamo di due situazioni diverse. Comunque se la domanda è rigettata ovvero lavorata con esito negativo certamente se ne può presentare altra sempre che stiamo parlando della DOMANDA di ACCESSO ALL'APE ovvero la seconda.
Sempre che non si voglia presentare domanda di riesame o ricorso amministrativo o ricorso giurisdizionale.
I gradi di una domanda APE sono infatti 4: domanda, riesame, ricorso amministrativo, ricorso giurisdizionale.
Provi a presentare DUE domande (ovvero una seconda domanda senza che la prima sia stata esitata) per la stessa pensione o per l'accesso all'APE e poi vedrà se non verranno cancellate per DUPLICAZIONE.
Saluti
salvatore0454
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 213
Iscritto il: 29/10/2017, 17:04

Re: Proroga ape social

Messaggio da salvatore0454 » 13/03/2018, 11:46

CesarinaBIS ha scritto:
13/03/2018, 10:41
salvatore0454 ha scritto:
13/03/2018, 9:03
CesarinaBIS ha scritto:
13/03/2018, 8:45


Cesarina
ovviamente stiamo parlando di due cose diverse:
la risposta che ho dato a Ottorarum è riferita alla domanda che lui ha inoltrato nel 2018 non per quelle del 2017 - se legge bene il post di Ottorarum, nel 2017 si è visto rigettate le domande poiché disoccupato a seguito di scadenza di contratto a termine.

Nel suo caso il discorso è diverso visto che per i richiedenti del 2017 vige la deroga.

Non ho capito perché non si possono presentare due domande per la pensione, da momento che la prima, nel 2017, è stata bocciata.

Personalmente, nel 2017, mi sono viste rigettata le 2 domande perchè disoccupato a seguito di scadenza di contratto a termine.
Quest'anno le ho ripresentate entrambe.
Sinceramente non ho letto da nessuna parte quanto da lei affermato.
Ha ragione parliamo di due situazioni diverse. Comunque se la domanda è rigettata ovvero lavorata con esito negativo certamente se ne può presentare altra sempre che stiamo parlando della DOMANDA di ACCESSO ALL'APE ovvero la seconda.
Sempre che non si voglia presentare domanda di riesame o ricorso amministrativo o ricorso giurisdizionale.
I gradi di una domanda APE sono infatti 4: domanda, riesame, ricorso amministrativo, ricorso giurisdizionale.
Provi a presentare DUE domande (ovvero una seconda domanda senza che la prima sia stata esitata) per la stessa pensione o per l'accesso all'APE e poi vedrà se non verranno cancellate per DUPLICAZIONE.
Saluti
Perfettamente d'accordo.
Spesso il confronto delle conoscenze serve a togliere dubbi e preoccupazioni; e personalmente negli ultimi tre anni, tra salvaguardia e ape ho/abbiamo subito il peggior tradimento che i governi mi/ci hanno riservato con paletti vari per fregarci.
Sono davvero nauseato di questa gentaglia che in tv sbandiera questo è quest'altro, ma di fatto hanno ingannato moltissimi di noi.
Non ci resta che incrociare le dita e chiudere finalmente questa logorante "partita" in positivo per tutti.
Saluti
Salvatore
Avatar utente
CesarinaBIS
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 265
Iscritto il: 21/12/2017, 10:32

Re: Proroga ape social

Messaggio da CesarinaBIS » 13/03/2018, 12:21

salvatore0454 ha scritto:
13/03/2018, 11:46
CesarinaBIS ha scritto:
13/03/2018, 10:41
salvatore0454 ha scritto:
13/03/2018, 9:03


Ha ragione parliamo di due situazioni diverse. Comunque se la domanda è rigettata ovvero lavorata con esito negativo certamente se ne può presentare altra sempre che stiamo parlando della DOMANDA di ACCESSO ALL'APE ovvero la seconda.
Sempre che non si voglia presentare domanda di riesame o ricorso amministrativo o ricorso giurisdizionale.
I gradi di una domanda APE sono infatti 4: domanda, riesame, ricorso amministrativo, ricorso giurisdizionale.
Provi a presentare DUE domande (ovvero una seconda domanda senza che la prima sia stata esitata) per la stessa pensione o per l'accesso all'APE e poi vedrà se non verranno cancellate per DUPLICAZIONE.
Saluti
Perfettamente d'accordo.
Spesso il confronto delle conoscenze serve a togliere dubbi e preoccupazioni; e personalmente negli ultimi tre anni, tra salvaguardia e ape ho/abbiamo subito il peggior tradimento che i governi mi/ci hanno riservato con paletti vari per fregarci.
Sono davvero nauseato di questa gentaglia che in tv sbandiera questo è quest'altro, ma di fatto hanno ingannato moltissimi di noi.
Non ci resta che incrociare le dita e chiudere finalmente questa logorante "partita" in positivo per tutti.
Saluti
Salvatore
Condivido in pieno. La fornero è stata una legge sciagurata e l'APE social una grande presa in giro con vincoli nascosti, paletti, interpretazioni fatte ad hoc per non pagare e lasciare tante famiglie in disperazione. Per non parlare poi dell'APE volontaria che porta soldi alle banche e alle assicurazioni sulla pelle delle povere persone che sono costrette a chiedere un prestito perchè il governo non le manda in pensione dopo aver lavorato una vita.
Spero davvero che presto tutti riescano ad avere quanto dovuto e che questa vergognosa legge fornero sia cancellata.
saluti
Ottorarum
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 7
Iscritto il: 10/03/2018, 10:31

Re: Proroga ape social

Messaggio da Ottorarum » 13/03/2018, 13:26

Mi sono imbrogliato, ieri ho scritto:"Ciao a tutti, come vedete dall'elenco sunnotato,nel 2017, ho fatto le domande di verifica requisiti e anticipo pensionistico che sono state regolarmente rigettate dall'INPS in quanto il mio ultimo rapporto di lavoro era a tempo determinato"; per la verità è stata respinta solo la domanda di verifica dei requisiti e non quella di Anticipo Pensionistico, APE sociale che risulta tutt'ora in lavorazione.
Scusate la svista, spero che ora sia possibile chiarire se sia il caso o meno di ripresentare la domanda di anticipo, APE sociale.
Ringrazio per l'attenzione, un cordiale saluto
Avatar utente
onir201
MODERATORE
MODERATORE
Messaggi: 724
Iscritto il: 09/11/2017, 22:46
Località: sesto san giovanni Mi

Re: Proroga ape social

Messaggio da onir201 » 13/03/2018, 17:19

Ottorarum ha scritto:
13/03/2018, 13:26
Mi sono imbrogliato, ieri ho scritto:"Ciao a tutti, come vedete dall'elenco sunnotato,nel 2017, ho fatto le domande di verifica requisiti e anticipo pensionistico che sono state regolarmente rigettate dall'INPS in quanto il mio ultimo rapporto di lavoro era a tempo determinato"; per la verità è stata respinta solo la domanda di verifica dei requisiti e non quella di Anticipo Pensionistico, APE sociale che risulta tutt'ora in lavorazione.
Scusate la svista, spero che ora sia possibile chiarire se sia il caso o meno di ripresentare la domanda di anticipo, APE sociale.
Ringrazio per l'attenzione, un cordiale saluto
CIAO OTTORARUM

MI SA CHE TI SEI RIMBROGLIATO...SE COME DICI TI HANNO RESPINTO DOMANDA REQUISITI CIOE LA PRIMA....AUTOMATICAMENTE DECADE ANCHE LA SECONDA QUELLA DI ANTICIPO. SENZA CERTIFICAZIONE REQUISITI NON PUOI AVERE ANTICIPO PENSIONISTICO.....
Avatar utente
oTTovonkraun
MODERATORE
MODERATORE
Messaggi: 898
Iscritto il: 25/10/2017, 9:13
Località: Puglia

Re: Proroga ape social

Messaggio da oTTovonkraun » 13/03/2018, 17:26

🇲🇭
Avatar utente
CesarinaBIS
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 265
Iscritto il: 21/12/2017, 10:32

Re: Proroga ape social

Messaggio da CesarinaBIS » 13/03/2018, 17:41

In realtà la domanda per l'accesso all'APE resta in lavorazione e non decade anche se la domanda di certificazione è stata rigettata.
Questo perchè dopo il rigetto si può fare il riesame, se va male si può fare il ricorso amministrativo, se anche questo va male si può fare il ricorso giurisdizionale per cui è possibile che la domanda risulti sempre in lavorazione. Infatti se il riesame viene accettato o il ricorso amministrativo vale sempre la domanda presentata prima.
Avatar utente
oTTovonkraun
MODERATORE
MODERATORE
Messaggi: 898
Iscritto il: 25/10/2017, 9:13
Località: Puglia

Re: Proroga ape social

Messaggio da oTTovonkraun » 13/03/2018, 17:45

CesarinaBIS ha scritto:
13/03/2018, 17:41
In realtà la domanda per l'accesso all'APE resta in lavorazione e non decade anche se la domanda di certificazione è stata rigettata.
Questo perchè dopo il rigetto si può fare il riesame, se va male si può fare il ricorso amministrativo, se anche questo va male si può fare il ricorso giurisdizionale per cui è possibile che la domanda risulti sempre in lavorazione. Infatti se il riesame viene accettato o il ricorso amministrativo vale sempre la domanda presentata prima.
Grazie x il chiarimento :)
mennillo
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 6
Iscritto il: 12/03/2018, 13:14

Re: Proroga ape social

Messaggio da mennillo » 13/03/2018, 17:47

nella circolare 34 inps del 23/02/2018 ci sono molte risposte ma anche alcune cose secondo me errate
mennillo
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 6
Iscritto il: 12/03/2018, 13:14

Re: Proroga ape social

Messaggio da mennillo » 13/03/2018, 17:50

ad esempi mentre l'art.1,comma162,lettera c della legge di bilancio 2018 allarga la platea degli aventi diritto ai parenti e affini di 2 grado convivente qualora i genitori o il coniuge della persona handicappata siano deceduti,abbiano più di 70 anni ecc,la circolare inps parla di genitori o parenti di primo grado ed è tutta un'altra storia
Ottorarum
UTENTE STARTER
UTENTE STARTER
Messaggi: 7
Iscritto il: 10/03/2018, 10:31

Re: Proroga ape social

Messaggio da Ottorarum » 14/03/2018, 17:09

Grazie "onir201", non sapevo che se RESPINGONO LA DOMANDA REQUISITI, CIOE LA PRIMA....AUTOMATICAMENTE DECADE ANCHE LA SECONDA, QUELLA DI ANTICIPO, QUINDI, COME SUGGERITO DA "SALVATORE0454", MI CONVIENE RIFARE LA DOMANDA DI ANTICIPO PENSIONISTICO, ape SOCIALE ENTRO QUESTO MESE!? La legge dice che il diritto all'ape parte dal primo giorno del mese successivo a quello d' invo della domanda.
Ringrazio tutti, buona serata
Avatar utente
CesarinaBIS
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 265
Iscritto il: 21/12/2017, 10:32

Re: Proroga ape social

Messaggio da CesarinaBIS » 14/03/2018, 17:30

Ottorarum ha scritto:
14/03/2018, 17:09
Grazie "onir201", non sapevo che se RESPINGONO LA DOMANDA REQUISITI, CIOE LA PRIMA....AUTOMATICAMENTE DECADE ANCHE LA SECONDA, QUELLA DI ANTICIPO, QUINDI, COME SUGGERITO DA "SALVATORE0454", MI CONVIENE RIFARE LA DOMANDA DI ANTICIPO PENSIONISTICO, ape SOCIALE ENTRO QUESTO MESE!? La legge dice che il diritto all'ape parte dal primo giorno del mese successivo a quello d' invo della domanda.
Ringrazio tutti, buona serata
fino a che le domande di anticipo pensionistico non vengono definite (ovvero chiuse dall'Inps) restano valide. Se con una domanda ancora in elaborazione se ne presenta un'altra vengono automaticamente cancellate entrambe per DUPLICAZIONE, come spiegato altrove non ci possono essere 2 domande per una stessa pensione.
Il mio consiglio è non presentare nuova domanda se una precedente è ancora in elaborazione. Chiedere all'INPS conferma prima di presentare domanda.
duplicazione.jpg
duplicazione2.jpg
Saluti
salvatore0454
ORACOLO
ORACOLO
Messaggi: 213
Iscritto il: 29/10/2017, 17:04

Re: Proroga ape social

Messaggio da salvatore0454 » 14/03/2018, 18:56

Ottorarum ha scritto:
13/03/2018, 13:26
Mi sono imbrogliato, ieri ho scritto:"Ciao a tutti, come vedete dall'elenco sunnotato,nel 2017, ho fatto le domande di verifica requisiti e anticipo pensionistico che sono state regolarmente rigettate dall'INPS in quanto il mio ultimo rapporto di lavoro era a tempo determinato"; per la verità è stata respinta solo la domanda di verifica dei requisiti e non quella di Anticipo Pensionistico, APE sociale che risulta tutt'ora in lavorazione.
Scusate la svista, spero che ora sia possibile chiarire se sia il caso o meno di ripresentare la domanda di anticipo, APE sociale.
Ringrazio per l'attenzione, un cordiale saluto
Ottorarum
ti racconto la mia esperienza Ape 2017:

a giugno 2017 ho fatto le due domande ape socia (riconoscimento requisiti e pensione anticipata), pur essendo consapevole che non avrei fatto molta strada essendo disoccupato per scadenza di un contratto a termine;

a fine agosto 2017, contro ogni mia aspettativa, ricevo "si diritto se rientra tra gli ammessi";

da quel giorno, nessuna altra comunicazione da parte di inps, anche se nei mesi successivi, già dai forum (pensioni oggi e apesocial.it) si cominciavano a contare gli accoglimenti definitivi dell'anticipo pensionistico.

Chiedo lumi e spiegazioni presso la mia sezione territoriale INPS, del fatto che ancora, a novembre inoltrato, non ho ancora ricevuto esito della domanda di anticipo pensionistico:
mi dicono che debbo avere pazienza e che comunque la prima istanza dei requisiti era stata accolta;

Non ricevendo alcun esito, e con la convinzione che tutto era andato perso, nel mese di dicembre comincio a inviare a raffica n. 3 e-mail con posta elettronica certificata, appellandomi al diritto che entro il 31 ottobre 17, così come prevede la legge, avrebbero dovuto esitare la mia domanda e che non potevano più permettersi di giocare ancora sulla pelle delle persone.

Finalmente il 4 gennaio ricevo, prima su portale inps e successivamente per posta, la lettera di reiezione della domanda motivata dal fatto che non avevo i requisiti richiesti.

Quest'anno, come già sai, ho rifatto le due domande.

Ti consiglio pertanto di sollecitare INPS, con posta certificata, a esitare e chudere la pratica al più presto, per non perdere l'opportunità e soprattutto le mensilità che già ti spetterebbero a partire da aprile 2018.
fammi sapere
Rispondi