Le tipologie di APE previste dal legislatore sono 3: anticipo pensionistico volontaria, sociale e aziendale. La platea dei soggetti interessati è molto simile, ma l’obiettivo è differente. Vediamo nel dettaglio.

APE VOLONTARIA

E’ l’anticipo pensionistico che viene richiesto volontariamente dal lavoratore. Essendo volontaria ed essendo rivolta a persone il cui status lavorativo è di occupato, è onerosa. Tale forma, infatti, prevede un costo a carico del pensionando.

Come funziona?

  1. Il lavoratore si reca all’INPS e richiede la certificazione della pensione “futura”.
  2. l’INPS comunica al lavoratore le Banche e le Compagnie di Assicurazioni aderenti all’iniziativa.
  3. Il richiedente fa richiesta online dell’ape e riceve l’importo netto erogato sul proprio conto corrente.
  4. Quando avrà i requisiti per andare in pensione, sarà l’INPS ad erogare la prestazione pensionistica al netto della rata (capitale + interessi + polizza assicurativa) di ammortamento del prestito che ha acceso con la Banca per l’anticipo della pensione.
  5. In caso il decesso avvenga prima del completamento della restituzione dell’importo anticipato dalla Banca, la polizza assicurativa copre il debito residuo (gli eredi non pagano nulla).
  6. La restituzione dell’anticipo pensionistico si completa dopo 20 anni. Successivamente la pensione netta ritorna ai valori “normali”.

APE SOCIALE

Questa tipologia di anticipo pensionistico viene detta sociale (o Social) perchè è destinata ai soggetti che si trovano in situazione di difficoltà lavorativa. Qui, infatti, non troviamo il pagamento di rate (l’accredito arriva dall’INPS, non da Banche) e non vi è onerosità per il lavoratore/richiedente. Il costo di tale prestazione è interamente a carico dello Stato.

Come funziona?

  1. I soggetti interessati ricevono un trasferimento monetario direttamente dall’INPS (non vi è ricorso a banche o assicurazioni), esattamente uguale alla pensione certificata “futura” al momento della richiesta. La prestazione deve essere inferiore a 1.500 euro lordi per essere completamente gratuita.
  2. Nel caso in cui la pensione fosse superiore alle 1.500 euro lorde, il lavoratore potrebbe richiedere lo stesso meccanismo dell’Anticipo pensionistico volontario ed avrebbe un costo sulla differenza (oltre i 1.500 lordi).

APE AZIENDALE

L’Ape aziendale viene utilizzata per favorire processi di ristrutturazione aziendale. L’azienda, sulla base di accordi collettivi, può agevolare la scelta del lavoratore sostenendo i costi del prestito previdenziale.

Come funziona?

  1. L’azienda verserà all’INPS la contribuzione pari alla retribuzione percepita prima della cessazione del lavoro.
  2. Il Governo favorirà interventi fiscali agevolativi.

2 Commenti

  1. DOMANDA: ENTRO QUANTI GIORNI DALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA APE SOCIALE, L’INPS DOVRA’ RISPONDERE UN ESITO ?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.